Comete e vita, un binomio affascinante.

Conferenza del Prof. Cesare Barbieri

Professore Emerito di Astronomia
Dipartimento di Astronomia Galileo Galilei, Università di Padova.

Giovedì 21 dicembre 2017, ore 20:30 – Stiamo vivendo un periodo di straordinarie scoperte sul nostro sistema solare e su pianeti di stelle vicine. Progressi che hanno portato a ripensare al significato di vita e della sua diffusione nell’Universo, quindi non solo della vita terrestre, ma anche di quella su altri mondi, una vita cioè extra-terrestre. È una tematica molto complessa, che coinvolge tante discipline, dalla chimica alla biologia, dalla geologia all’astronomia, dall’ingegneria alla medicina, ma che ha anche un forte interesse sociologico, filosofico, perfino teologico.

Quando si parla di vita extra-terrestre d’istinto si pensa a quella di altri esseri viventi e forse intelligenti da qualche parte nell’Universo. In effetti, anche noi esporteremo la nostra vita, non solo sulla Stazione Spaziale, ma sulla Luna, su Marte, su qualche asteroide e anche di questo sviluppo futuro verrà data qualche previsione.

Nel corso della serata verrà esposta la storia dello sviluppo della vita sul nostro pianeta, iniziato circa 4,6 miliardi di anni orsono, il contesto astronomico di questo lungo periodo, durante il quale ci furono periodi di intensissimo bombardamento di comete e asteroidi provenienti dalla estrema periferia del sistema solare. Il bombardamento qualche volta fu disastroso (ad esempio, causò la scomparsa dei dinosauri), ma altre volte benefico, per l’apporto di ghiaccio di acqua e tanti materiali organici prodottisi negli spazi interstellari e fondamentali per iniziare la catena di processi che hanno portato alla formazione di amminoacidi, di zuccheri, di proteine, di RNA e DNA.

Infine verrà fatto il punto sulle attuali conoscenze sui pianeti di stelle vicine e sulla ricerca di altre civiltà intelligenti fuori della nostra Terra.

Prof. Cesare Barbieri al TNG

Il Prof. Cesare Barbieri davanti al Telescopio Nazionale Galileo alle Canarie.

Cesare Barbieri – Laureatosi in Fisica a Bologna, per trent’anni è stato professore ordinario di Astronomia all’Università di Padova. Ha diretto l’Osservatorio Astronomico di Padova, il Telescopio Nazionale Galileo alle Canarie, la Scuola di Dottorato in Scienze e Misure Spaziali e la Scuola Galileiana di Studi Superiori dell’Università patavina ed è membro del comitato scientifico della Scuola di Studi Superiori “G. Leopardi” dell’Università di Macerata.

Nella missione Giotto verso la cometa di Halley, dal 1985 al 1986 gestì il disegno, la verifica e la fornitura di due elementi fondamentali della Halley Multicolour Camera (HMC), cioè lo specchio piano metallico e il paraluce anch’esso esterno.
Per la missione Rosetta verso la cometa Churyumov-Gerasimenko, ha coordinato dal 1995 al 2013 i lavori per il disegno, la costruzione, il collaudo e la fornitura delle ottiche e dei meccanismi delle due camere, di tutta la parte optomeccanica della Wide Angle Camera. 

È stato responsabile di vari progetti di ricerca nazionali ed internazionali ed ha pubblicato oltre 400 articoli con revisione paritaria (peer-review) su riviste internazionali.
Attualmente si occupa sia di ricerche cometarie sia di astronomia quantistica da Terra e dallo spazio.

Comete e vita, un binomio affascinante.

      LocandinaScarica la locandina   FlyerScarica il pieghevole      

 

INGRESSO LIBERO E GRATUITO 

 

Fonte immagine: NASA/Mary Pat Hrybyk-Keith
Posted in Appuntamenti and tagged , , , , , .