L’astronomia ai tempi degli antichi Egizi

Dott. Enrico Ferraris
Archeologo (Museo Egizio Torino)

Venerdì 12 febbraio, ore 20:30 – Attraverso un’ampia rassegna di documenti testuali ed iconografici si cercherà di rispondere ad alcuni tra i più suggestivi quesiti sulla cultura stellare dell’antico Egitto.
Quali conoscenze possedevano gli antichi Egizi a riguardo del firmamento?
Quali significati attribuivano ai nomi e alle immagini delle loro costellazioni?
Quale ruolo avevano le stelle nella complessa architettura religiosa e funeraria egiziana?

Enrico Ferraris – Si è laureato presso l’Università di Torino e ha conseguito il dottorato in Orientalistica all’Università di Pisa con una tesi intitolata Oggetti celesti e culti stellari nella documentazione figurativa e testuale egiziana. Ha partecipato alle campagne di scavo e di documentazione della Missione Archeologica dell’Università di Torino ad Alessandria d’Egitto (2001-2007) e ha lavorato al Museo Egizio del Cairo come membro del team scientifico italiano del progetto Grand Egyptian Museum – Giza del Ministero per gli Affari Esteri Italiano – Ufficio per la Cooperazione, svolgendo in seguito l’incarico di schedatore di reperti egiziani per la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie.
I suoi interessi scientifici si concentrano sull’astronomia antica, la geografia religiosa e la toponomastica antica egiziane.
Dal 2013 è curatore presso il Museo Egizio di Torino.

In collaborazione con

ISIS Nautico Trieste

Istituto Statale di Istruzione Superiore Nautico
Tomaso di Savoia Duca di Genova – L. Galvani
Trieste

 

La conferenza è a ingresso libero e gratuito. La seconda parte della conferenza si svolgerà al planetario: i posti sono limitati e verranno assegnati fino ad esaurimento.

LocandinaScarica la locandina FlyerScarica il pieghevole
Posted in Appuntamenti and tagged .